Musica Classica e Cerimonie Nuziali

Sono molte le ragioni che ci spingono ancora oggi a scegliere la musica classica per accompagnare le cerimonie.

Musica Classica e Cerimonie Nuziali

Brani universalmente associati al matrimonio
Anzitutto le due più celebri marce nuziali, tratte dall’opera Lohengrin di Wagner e da Sogno di una notte di mezza estate (musiche di scena per l’omonima commedia di Shakespeare) di Mendelssohn, entrambi autori romantici. Ma anche il celebre canone del Canone e giga in re maggiore di Pachelbel (autore barocco), altrettanto usato per l’ingresso della sposa.

Brani a carattere religioso (effettivo o presunto)
Quasi nessuno dei titoli della convenzione nuziale è ufficialmente riconosciuto dalla chiesa cattolica per poter essere eseguito durante la liturgia. Ma l’argomento esula da questo articolo, quindi mi limiterò a citare indifferentemente le celebri Ave Maria di Schubert e Gounod, il Panis angelicus di Franck, Ave verum corpus di Mozart e il Domine deus dal Gloria di Vivaldi.

Brani estremamente noti al grande pubblico 
Musiche talvolta meravigliose, spesso impoverite perché estirpate dal contesto di un’opera completa, quasi sempre abusate e quindi banalizzate. In ogni caso, una goccia nell’oceano della letteratura composta in quasi quattro secoli, emblema di come purtroppo l’immaginario collettivo spesso releghi questo inestimabile patrimonio culturale a materia vecchia, ignorandone la potenza emozionale.

Daniel Cau


Condividi questa pagina