Galateo a Tavola

Galateo e matrimonio, le regole del bon ton a tavola, il galateo per gli sposi e gli invitati

Galateo a Tavola

I futuri sposi, in qualità di protagonisti di una bellissima festa, dovrebbero imparare ed applicare le regole del buon comportamento cominciando a metterlo in pratica loro stessi, molto tempo prima del loro matrimonio.
Una volta apprese queste regole ci si renderà conto che sono facili, semplici, belle, gratificanti e non un fatto di snobismo o di “classe” sociale.

Cominciamo con l’andare a cena fuori e apprendere o fortificare le regole di base!

Non importa se sceglierete un ristorante, una trattoria, o una pizzeria ricordate che, l’uomo precede sempre la donna. L’uomo, stando davanti alla donna all’ingresso di un luogo pubblico, manifesta il suo senso di protezione nei suoi confronti; entrando per primo, l’uomo in qualità di cavaliere, dando uno sguardo veloce alla sala valuterà che l’ambiente e le persone siano adatte alla sua dama e alla loro serata.

Una volta entrati, l’uomo farà accomodare la donna in modo che possa vedere la sala e che tutti la possano vedere, dunque una posizione di privilegio rispetto a lui.

Se volete trasmettere al vostro compagno o compagna che quella serata è tutta dedicata a lei o lui, spegnete i cellulari e non metteteli sul tavolo …

Sappiamo che è più comodo appoggiare il gomito sul tavolo e appoggiare il mento sul palmo della mano ma ahimè non si può fare! Ricordate, sul tavolo si appoggiano solo i polsi.

Una volta letto il menù, la donna farà la sua scelta esprimendola al suo cavaliere, che a sua volta la comunicherà al cameriere. L’uomo attirerà l’attenzione del cameriere con uno sguardo o con un cenno discreto della mano, da evitare fischi, schiocchi delle dita ecc ….., rivolgetevi a lui sempre con educazione e rispetto.

Ora passiamo alle cose pratiche
• Lavarsi le mani

• Il tovagliolo va messo sulle ginocchia e “mi raccomando” lo userete unicamente per pulirvi le labbra.

• Se vi trovate in un ristorante molto chic, le posate saranno più delle solite a cui siete abituati, non agitatevi, la scelta è facile cominciate ad utilizzare quelle più esterne al piatto e via via quelle che resteranno (applicando sempre la stessa regola).

• Nel caso di una cena a due, l’uomo aspetterà che la sua dama metta in bocca il primo boccone prima di iniziare lui stesso a mangiare

• Per prendere il cibo dai piatti di portata non utilizzate ma le vostre posate

• Prima e dopo aver bevuto asciugatevi sempre le labbra con il tovagliolo.

• Non brandite il bicchiere come una mazza da baseball ma tenetelo delicatamente fra le mani; se si tratta poi di un flute reggetelo dal gambo

• Quando tra un boccone e l’altro desiderate fare una pausa, appoggiate le posate sul vostro piatto

• Alla fine del vostro pranzo, per comunicare al cameriere che avete finito e che può portare via il piatto, posizionate entrambe le posate sul lato destro del piatto

• Spezzate il pane usando le mani, lo stesso fate con i grissini (non prendeteli a morsi).

• Masticate a bocca chiusa, senza fare rumore e non parlate mentre state mangiando (vedere ciò che state masticando non è piacevole).

• Non bevete mentre state masticando, non alzate il mignolo (è orribile vederlo fare) e non alzate il braccio.

• Se vi è rimasto del cibo fra i denti non usate gli stecchini, andate in bagno e risolvete il problema.

• Mettete in bocca piccoli quantitativi di cibo, nessuno vi porterà via il contenuto del piatto.

• Mantenete una posizione eretta, avvicinate le posate alla vostra bocca e non la vostra testa al piatto.

• In mancanza del cameriere sarà l’uomo a versare sempre vino o acqua che sia alla propria signora, ricordandosi che il bicchiere non va mai riempito fino all’orlo.

• Non lesinate i “per favore” e i “grazie” quando chiedete che vi venga passato qualcosa

E’ arrivato il momento di pagare!
L’uomo chiederà con discrezione il conto e con altrettanta discrezione lo effettuerà, evitando di far sapere alla propria compagna quanto gli è costata la cena.

… ALLA PROSSIMA!
LINA


Condividi questa pagina