Vademecum della Buona Cuoca

Consigli per la preparazione di primi e secondi piatti e insalate. Come eliminare gli Odori in Cucina.

Vademecum della Buona Cuoca

CONSIGLI PER CUCINARE I PRIMI PIATTI

  • Pasta. Per evitare che la pasta si incolli durante la cottura e darle profumo, basta aggiungere dell’acqua dell’olio aromatizzato con basilico o rosmarino.
  • Polenta. Regola d’oro per evitare la formazione dei grumi durante la cottura della polenta: fate bollire l’acqua e spegnete il fuoco, versate la farina a pioggia, mescolate e riaccendete il fuoco per continuare la cottura.
  • Sughi. Vanno girati con un cucchiaio di legno: il metallo ne altererebbe il sapore.
  • Brodo. Se volete preparare un ottimo brodo mettete nella pentola la carne quando l’acqua è fredda.
  • Risotto ai Funghi. Per un prelibato risotto ai funghi, cuocete i funghi subito nel soffritto e toglieteli quando aggiungete il riso. Solo a fine cottura li rimescolerete insieme al riso: sentirete che sapore!!!!

CONSIGLI PER CUCINARE I SECONDI PIATTI

  • Lesso. Per un buon lesso aggiungete un pizzico di bicarbonato all’acqua di cottura e mettete la carne nella pentola quando l’acqua è bollente.
  • Bistecca. Attenzione: la bistecca se punzecchiata con la forchetta diventa più dura.
  • Pollo. Volete un pollo tenero tenero? Prima di cucinarlo, sfregatelo bene con il succo di limone e mettete all’interno le bucce grattugiate.
  • Pesce. Per squamare il pesce con maggior facilità inumiditelo prima con l’aceto.
  • Pesce congelato. Scongelatelo nel latte: acquisterà un sapore molto delicato e meno salato.
  • Pesce lesso: quello di mare va immerso in acqua fredda, quello di lago in acqua salata già calda.
  • Uova. Prima di cuocerle, è meglio togliere le uova dal frigorifero e tenerle a temperatura ambiente fino a quando si saranno un po’ scaldate.

CONSIGLI PER PREPARARE INSALATE E CONTORNI

  • Patatine fritte. Sbucciate delle patate di media grandezza, tagliatele in quattro parti ed immergetele per cinque minuti in acqua bollente e salata. Quindi scolatele, asciugatele e tuffatele nell’olio bollente.
  • Cipolle. Se non volete piangere mentre sbucciate le cipolle, eseguite tale operazione sotto un rubinetto d’acqua fredda.
  • Carote. Il succo di mela aggiunto all’acqua di cottura rende più saporite le carote bollite.
  • Pomodori. Crudi o cotti che siano, i pomodori andrebbero sempre sbucciati poiché la loro buccia può risultare mal tollerata dagli intestini delicati.
  • Ortaggi e legumi verdi. Vanno messi nell’acqua salata quando questa inizia a bollire e senza coperchio.
  • Farinacei. Le patate, i fagioli e tutti i farinacei vanno cotti gradualmente. Si metteranno, quindi, a cuocere in acqua fredda.

COME ELIMINARE GLI ODORI IN CUCINA

Fritto. Prevenire è meglio che curare. Prima di iniziare a cucinare buttate nell’olio caldo una fetta di mela e toglietela non appena comincerà a dorarsi. Eviterete, così, il diffondersi dell’odore in ogni stanza.

Cavolfiore lesso. Aggiungete un cucchiaio di aceto di mele oppure un cucchiaio di latte all’acqua di cottura.

Melone. Per far sparire l’odore dal frigorifero, mettetegli dentro, per una notte, una patata sbucciata tagliata a metà.

Forno. Dopo averlo pulito, cuocetevi alcune bucce d’arancia a 180° C.

Pattumiera. Dopo aver cambiato il sacchetto mettere un limone tagliato a pezzetti.