BioEnergia: Energia Positiva in Casa

Bioenergia: ogni angolo della casa è in grado di sprigionare una forza positiva.

BioEnergia: Energia Positiva in Casa

Da anni si sente parlare di energia positiva ma non tutti sanno di cosa si tratta. Ebbene, se arredato in una certa maniera, ogni angolo della casa è in grado di sprigionare una forza positiva. Un bioarchitetto sarà in grado di consigliarvi su come disporre mobili e sul materiale (sempre naturale!) più adatto per l’arredamento delle stanze. Questo dipenderà soprattutto da come è posizionata geograficamente l’abitazione, quindi se le porte, le finestre e le aperture in generale guarderanno a Sud o a Nord, ad Est o ad Ovest. Ma dipenderà anche dall’altezza del territorio su cui si trova lo stabile, dal clima, dalle ore vissute in casa e così via.

Inoltre, è possibile far rilevare la presenza di campi magnetici nei diversi angoli dell’abitazione. Esistono, infatti ditte specializzate che con appositi macchinari sono in grado di monitorare la presenza di onde magnetiche nelle varie stanze. Queste possono essere generate sia da vicine centrali elettriche sia dagli elettrodomestici presenti in casa (computer, televisori, apparecc hi radio ecc.). E’ una possibilità questa da non sottovalutare e quindi vi consigliamo vivamente di effettuare un controllo prima di andare ad abitare il vostro futuro nido d’amore. Dormire in un angolo in cui si annida un campo magnetico può causare a lungo andare diverse forme di patologie.

L’obiettivo della bio-architettura, quindi, è quello di strutturare esternamente e internamente le nostre abitazioni per renderle salutari sia per il corpo sia per la mente.

Un letto come il futon giapponese, per esempio, senza parti metalliche, ma interamente di legno, con un materasso in lattice naturale, oltre a essere bello da vedere, garantisce un sonno rigenerante. Proprio come i fitocuscini, guanciali ergonomici imbottiti di fiori e foglie aromatiche, sfruttano gli aromi vegetali delle piante officinali sprigionando benefici vapori balsamici.

Letto Futon

Per far entrare la natura nei nostri appartamenti è necessario prestare attenzione anche ai colori e alle vernici che utilizziamo: in commercio si trovano prodotti che, come diluente, impiegano l’acqua al posto dei solventi chimici e che non contengono conservanti.

Oltre ai tessuti antistatici e alle vernici atossiche, tra i materiali ecologici troviamo anche sughero, gesso, pietra, cotto per pavimenti, argilla e quello che è forse il più duttile, funzionale ed elegante, il legno.

Consigliamo, in particolare, di acquistare mobili in legno naturale prodotti da aziende che esportano nei Paesi nordici, dove le norme restrittive in materia sono garanzia di un prodotto veramente sano, e di preferire legni di alberi locali a rapida ricrescita – come il pino, l’abete e il pioppo – a quelli esotici, che rischiano l’estinzione e sono anche molto più costosi. Inoltre, ricordiamoci che il legno per i pavimenti va mantenuto e trattato preferibilmente con sostanze vegetali come resine, oli, cera d’api.

Se poi all’elemento naturale volete aggiungere un tocco esotico, arrivano direttamente dalla Cina le lampade di cristalli di sale, ognuna unica per forma e colore, che ionizzano e purificano l’aria, oppure piccole magiche fontane di cristallo, legno o ceramica, molto rilassanti per il suono dell’acqua che scorre.

O ancora, più semplicemente e senza ricorrere al lontano Oriente, cercate nella nostra bella natura: basta uscire di casa e guardarsi un po’ intorno. Fate una passeggiata e troverete sassi, rami, foglie bellissimi, raccoglieteli e disponeteli con garbo su un vassoio: saranno stupendi centri tavola per la sala da pranzo.

Applicando questi stessi materiali a una piccola tavoletta di compensato potrete realizzare graziosi quadretti o arredare un angolo del soggiorno riunendoli in semplici cesti di vimini o di midollino. Per la cucina, potrete realizzare un delizioso quadro aromatico semplicemente racchiudendo e incorniciando i profumi dell’orto e le spezie.


Condividi questa pagina