Corso Prematrimoniale

Il matrimonio religioso richiede la frequenza di uno specifico corso prematrimoniale tenuto in tutte le parrocchie.

Corso Prematrimoniale

Il corso serve a preparare alla vita coniugale secondo i principi Cristiani e ad esaminare i principali aspetti, problemi ed esigenze che la coppia si ritroverà ad affrontare sin dal giorno del matrimonio. Oltre al parroco catechista, spesso questi corsi vedono il supporto di specialisti del settore, quali psicologi e pediatri.

Le modalità di svolgimento sono decise autonomamente dalle diverse diocesi, anche se esistono dei principi che valgono in linea generale:

  • I fidanzati devono presentarsi almeno un anno prima della data del matrimonio, e davanti al parroco della parrocchia di residenza, per richiedere informazioni e le modalità di partecipazione al corso;
  • Il corso si tiene almeno tre mesi prima della data fissata per le nozze;
  • I futuri sposi possono scegliere di seguire il corso in una delle parrocchie di provenienza oppure in una terza scelta;
  • La durata non deve essere inferiore a dieci giorni, divisi in più settimane;
  • Ogni corso è costituito da poche coppie di futuri sposi (di solito cinque o sei) e propone momenti di confronto tra di esse, al fine di rivelarsi utile e costruttivo;
  • Durante il corso, il parroco darà indicazioni sui documenti che si devono fare e quando presentarli. Particolarmente curata sarà anche la preparazione liturgica alla celebrazione;
  • La partecipazione a questi corsi deve essere considerata moralmente obbligatoria;

Al termine del corso viene rilasciato un attestato di frequenza, dalle Curie ritenuto indispensabile per ottenere il permesso di sposare.


Condividi questa pagina