La Conservazione degli Alimenti

Consigli sulla conservazione e congelazione degli alimenti in casa.

La Conservazione degli Alimenti

  • Le patate, cotte o crude che siano, l’aglio e le cipolle vanno conservate in un luogo asciutto e buio. La cipolla, una volta iniziata, deve essere consumata entro 24 ore , altrimenti sviluppa delle tossine dannose per l’organismo.
  • I prodotti in scatola ed a lunga conservazione vanno tenuti a temperatura ambiente. Una volta iniziati, la parte non consumata dovrà essere sistemata in un recipiente non metallico (preferibilmente o porcellana) e conservata ben chiusa nel frigorifero. Se ne consiglia l’utilizzo entro le successive 24 ore.
  • Le uova vanno riposte nel frigorifero con la punta verso il basso.
  • Latte e burro assorbono gli odori dagli altri alimenti: teneteli ben chiusi nelle loro confezioni.
  • La carne si conserva chiusa tra due piatti nella zona del frigorifero più vicina al freezer.
  • Il pesce, dopo essere stato pulito, va messo in un contenitore chiuso ermeticamente e poi riposto nel frigorifero.
  • Verdure ed insalate vanno lavate, messe negli appositi contenitori e riposte nel frigorifero. In questo modo dureranno più a lungo.
  • Il caffè va conservato in frigorifero in un barattolo di metallo o di plastica, preferibilmente scuro.
  • Il sale soffre l’umidità : sarà meglio aggiungere dei chicchi di riso nella saliera.
  • I formaggi già iniziati vanno avvolti in un foglio d’alluminio e riposti negli appositi contenitori. Per evitare che diventino secchi, bisognerà avvolgerli in un strofinaccio imbevuto di aceto.
  • La pasta e la farina vanno conservate in contenitori chiusi ma non ermetici.
  • Luce e calore sono nemici dell’olio: conservatelo in un luogo buio e fresco.

PRODOTTI CONGELATI / DA CONGELARE

Il prodotto acquistato congelato va riposto al più presto nel congelatore. Alcuni cibi vanno cotti ancora congelati. Altri vanno prima scongelati passandoli dal congelatore al frigorifero e mai sotto l’acqua corrente.

  • Non congelare più volte lo stesso alimento, perché durante lo scongelamento i tessuti diventano più vulnerabili all’attacco dei microbi esterni.
    Il tempo massimo di conservazione dei cibi congelati non deve mai superare l’anno.
  • I cibi ricchi di grassi durano molto meno se congelati.
  • Il gelato assorbe facilmente gli odori del congelatore, perciò prima di riporlo avvolgerlo ulteriormente in un sacchetto di plastica.
  • Prima di congelare le verdure, ricordatevi di sbollentarle: questa operazione ne prolunga la conservazione poiché blocca l’attività di alcuni enzimi. Possono essere congelati senza essere prima sbollentati solo i pomodori, i peperoni (tagliati a metà e privati dei semi) e i fagioli sgranati.

Condividi questa pagina