Come fare il Bucato

Consigli per fare un buon Bucato a mano e in Lavatrice. Asciugatura.

Come fare il Bucato

Alcuni piccoli accorgimenti possono aiutarci a fare un buon bucato a mano o in lavatrice e a ridare vitalità ai capi usurati. Ecco qualche esempio:

  • Prima di fare il bucato separare i capi bianchi da quelli colorati. I capi colorati vanno lavati per tinte (nero, blu, grigio);
  • Per essere sicuri che un capo non stinga, bagnare un batuffolo di cotone e lasciatelo sulla stoffa per qualche minuto. Se sul batuffolo verranno trovate tracce di colore, procedere al lavaggio a mano o a secco;
  • Se i capi sono molto sporchi, prima del lavaggio passare sul colletto e sui polsini delle camicie gli appositi detergenti oppure strofinare a secco con sapone di Marsiglia;
  • Controllare che le tasche siano vuote, chiudere le cerniere, allacciare i bottoni e fissare quelli che si stanno staccando. Inoltre, i pantaloni è bene rovesciarli al contrario prima di metterli in lavatrice;
  • Non lavare capi lisi o strappati, perché durante il lavaggio potrebbero sfilacciarsi ulteriormente;
  • Inserire i capi delicati in un sacchetto di rete richiudibile o in una federa bianca per proteggerli durante il lavaggio;
  • Se gli indumenti sono macchiati trattarli prima del lavaggio in lavatrice. Per eliminare le macchie più ostinate e per avere un bucato più bianco, basterà aggiungere qualche cucchiaio di sale grosso da cucina al normale detersivo per lavatrice. Oppure si potrà inserire nella lavatrice un limone tagliato a metà e privato dei semi.

RIDIAMO VITALITÀ’ AI CAPI USURATI
Se una camicetta di seta si è ingiallita, lavatela con acqua in cui siano stati diluiti un po’ di latte e un cucchiaino di acqua ossigenata. Lasciate asciugare senza esporre direttamente ai raggi del sole ed infine procedete al normale lavaggio.

Lenzuola o tovaglie ingiallite dal tempo vanno lavate con acqua e sapone di Marsiglia. Tenetele a bagno anche 24 ore e fatele asciugare al sole. Ripetete queste operazioni più’ volte finché’ i tessuti non saranno tornati bianchi.

I capi che abbiamo lasciato per molto tempo nell’armadio possono presentare macchie lungo le piegature: lasciateli a bagno per una notte intera in acqua fredda con alcune gocce di ammoniaca. L’indomani, risciacquate abbondantemente con acqua e fate asciugare il bucato all’ombra (il sole farebbe ricomparire le chiazze gialle).

Il capo più indossato da almeno cinquantanni sono i Jeans ed il consiglio che proponiamo è rivolto a chi (forse neanche tanti!) non vuol vederli scolorire. Ebbene, prima di procedere al lavaggio basterà lasciarli mezza giornata in acqua fredda, molto salata: due cucchiai di sale ogni litro d’acqua. Per ravvivare il vostro vecchio paio di Jeans, invece, lavatelo insieme a un paio di Jeans nuovi.

ASCIUGATURA
I capi più difficili da stirare e quelli che non necessitano di stiratura vanno appesi sulle grucce, abbottonandoli;

Prima di stendere la biancheria pulire sempre i fili dello stendino con una spugnetta umida;

I panni colorati vanno fatti asciugare all’ombra oppure sotto una copertura dal sole;

Gli indumenti da stirare vanno ritirati quasi subito o, in alternativa, fatti asciugare completamente per evitare che possano prendere cattivo odore.

Piegare ogni cosa mentre la si ritira, cercando di non dare false pieghe e senza stringere troppo. Sistemare i capi piegati in un cesto e riporli se non necessitano di stiratura.


Condividi questa pagina